EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Alstom e Italo: arriva la firma per altri 5 treni Evo

01/08/2018 08:54
Contratto del valore di 330 milioni di euro, rientrano anche 30 anni di manutenzione. La flotta salirà a quota 22 esemplari

Nuovo Trasporto Viaggiatori e Alstom hanno siglato un ulteriore contratto del valore di 330 milioni di euro per l’acquisto di altri 5 treni Pendolino Evo, esercitando l’opzione prevista dal contratto firmato ad ottobre 2015. Nel contratto rientrano anche 30 anni di manutenzione. Questi 5 nuovi treni porteranno la flotta degli Italo Evo a 22: grazie a questo ulteriore investimento Italo, primo operatore privato ad operare sulla linea Alta Velocità, potrà espandere il network attuale e rispondere alle esigenze crescenti del mercato, offrendo nuove rotte e maggiori frequenze.

L'Evo di Italo fa parte della famiglia Avelia, la gamma di treni ad alta e altissima velocità di Alstom. Questi 5 treni avranno le stesse caratteristiche di quelli ordinati precedentemente.
Il treno è il primo rotabile ad alta velocità a comprovata compatibilità con le ultime Interoperability Technical Specifications, condizioni e norme comuni stabilite dall’Unione Europea. Con velocità massima di 250km/h, questi treni a 7 casse, lunghi 187 metri, ospiteranno circa 480 viaggiatori. Con il suo muso avveniristico Italo Evo garantisce  un’elevata protezione in caso di urto ed è in grado di ottenere migliori prestazioni aerodinamiche.

Il treno è “verde”, costruito con materiali riciclabili ed è progettato secondo criteri di eco-sostenibilità per assicurare ridotte emissioni in atmosfera di CO2. Il sistema di trazione distribuita aumenta l’efficienza e rigenera energia in frenata. Il sito Alstom di Savigliano lavorerà alla realizzazione di questi treni in collaborazione con gli stabilimenti di Sesto San Giovanni, per il sistema di trazione, e Bologna per il segnalamento.

Italo con i suoi 22 treni Evo, di cui la metà già in servizio, è oggi in grado di unire il Nord Est dell’Italia con il resto del Paese. Questi treni, sommati ai 25 Agv Italo operativi dal 2012, consentiranno alla società di raddoppiare la propria flotta ed espandere il proprio network.

Credits fotografici: Alstom Agence Toma 2018


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte