EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Igv riduce le perdite nel primo semestre

28/06/2018 16:34
Il settore tour operator ha incrementato il fatturato del 69% circa, con riferimento alle destinazioni Stati Uniti e Sud America, Africa e Oriente. Calo delle vendite dei villaggi commercializzati

Il Cda de I Grandi Viaggi S.p.A. ha approvato i risultati del 1° semestre (1 novembre 2017 – 30 aprile 2018) e ha esaminato i risultati di gruppo al 30 aprile 2018. Nella valutazione del risultato del periodo, una nota della società fa presente che occorre tenere conto dell’andamento fortemente stagionale del fatturato; la parte preponderante dei ricavi viene conseguita nel periodo estivo durante l’apertura dei villaggi italiani di proprietà e che la situazione semestrale recepisce per tali villaggi i costi del periodo di chiusura.

L’Ebitda è risultato negativo per 2,02 milioni con un miglioramento di 1,014 milioni rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente grazie al buon andamento delle vendite sulle destinazioni estere di proprietà. L’Ebit è negativo per 3,947 milioni, ma in miglioramento rispetto ai -5,086 milioni del primo semestre 2017. Il risultato netto del periodo, negativo per 4,21 milioni, è migliorato rispetto al corrispondente periodo del precedente esercizio (-5,35 milioni nel primo semestre 2017). Al 30 aprile 2018 la liquidità del gruppo ammonta a 25,469 milioni e la posizione finanziaria netta complessiva è positiva per 14,174 milioni (nello stesso periodo del 2017 era di 9,995 milioni).

I ricavi si sono attestati a 16,37 milioni (16,43 milioni nel corrispondente periodo 2017). Per quanto concerne il fatturato, si è registrato un incremento delle vendite delle destinazioni di proprietà, sia italiana invernale sia estere, pari a circa il 19% rispetto al precedente periodo. Inoltre, anche il settore tour operator ha incrementato il proprio fatturato del 69% circa, con riferimento alle destinazioni Stati Uniti e Sud America, Africa e Oriente. Il decremento complessivo del fatturato è però dovuto al calo delle vendite dei villaggi commercializzati, che complessivamente hanno fatto registrare un decremento del fatturato del 49% circa rispetto al periodo precedente, in parte dovuto alla scelta della società di chiudere alcune destinazioni risultate nel tempo non più convenienti in termini di redditività.

La società, in considerazione dell'andamento delle vendite sopra descritto, ha l’obiettivo di poter raggiungere un risultato economico in equilibrio a livello di gruppo.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte