EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Thailandia: autunno d’oro con i nuovi voli

21/06/2018 15:21
Dopo un 2017 in leggera flessione (-0,4%) dovuto a una riduzione della capacità aerea, quest’anno i vettori stanno garantendo più collegamenti

Si prospetta un ottimo 2018 per la Thailandia. L’andamento positivo si registra sia dai numeri degli operatori sull’Asia sia dalle statistiche di Tat- Thailand Tourism Authority. Dopo un 2017 in leggera flessione (-0,4%) dovuto a una riduzione della capacità aerea, quest’anno i vettori stanno garantendo più collegamenti. Dai primi di gennaio Thai Airways, la compagnia di bandiera, ha aumentato i voli settimanali da 4 a 5. Si aggiunge anche Qatar Airways con gli incrementi delle frequenze su Roma e Milano e le aperture di due nuovi scali di Chiang Mai e Pattaya.

“Questo aumento di capacità ha permesso di chiudere i primi 5 mesi dell’anno con un + 9%, andamento che sembra essere confermato anche dai forward booking di giugno e luglio” dice Sandro Botticelli, marketing manager Italia di Tat. “Siamo confidenti che quest’anno arriveremo molto vicino alla fatidica soglia dei 300.000 arrivi dal mercato italiano, dato che ci consentirebbe di confermare nuovamente la Thailandia al secondo posto, dopo gli Stati Uniti, tra le mete lungo raggio scelte dagli italiani per le proprie vacanze invernali ed estive” commenta Botticelli.

Dal 9 settembre Air Italy

L’autunno poi sarà trainato dal nuovo volo di Air Italy da Milano Malpensa dal 9 settembre. “I viaggiatori italiani avranno così una doppia possibilità di scelta tra un volo diretto con Thai Airways e uno con Air Italy per un totale di ben 9 collegamenti a settimana” ha aggiunto il manager. Particolare importanza per l’Ente ha il trade. “Anche se il market share degli operatori fatica a crescere, come quello delle vendite dirette, il turismo di qualità di honeymooner, famiglie e coppie alto spendenti è ancora saldamente nelle mani degli operatori. E’ una condizione che ci rassicura perché un tour venduto attraverso le sapienti mani di un product manager è un prodotto di qualità” conclude Botticelli. Importante anche il ruolo delle adv, l’Ente investe molto nella formazione, in media 1500 agenti all’anno “incontrati di persona” ci tiene a sottolineare Botticelli. a.g.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us