EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Giovanni Pellegrini: "Ritorno alle origini, viaggi in bus con Pinguino"

19/06/2018 11:33
Due cataloghi Oktoberfest a Monaco e Natale, Capodanno ed Epifania sulla neve. La programmazione è curata da Esitur Tour Operator

Giovanni Pellegrini, a.d. di Pinguino Viaggi Network e presidente di Pts srl, fa una mossa che guarda al futuro, ma che affonda le radici nel passato. E' un "ritorno alle origini", dichiara a Guida Viaggi, riproponendo un suo vecchio cavallo di battaglia.

L'occasione per presentare la novità è stata la recente convention 2018 a Sharm durante la quale le adv hanno avuto modo di conoscere in anteprima lo storico catalogo Pinguino dedicato ad eventi di alta stagione. Il manager ha scelto, come primo step, di proporre un catalogo dedicato all'Oktoberfest a Monaco e un altro a Natale, Capodanno ed Epifania sulla neve. Due prodotti da effettuare in bus, una mossa "per poter dare prodotto di qualità in alta stagione a marchio dedicato Pinguino Viaggi", commenta. 

Le origini

"Ho iniziato a fare questo prodotto quando avevo 23 anni - racconta il manager - e l'ho portato avanti per un ventennio, muovendo 20mila persone l'anno. Ho iniziato con la montagna, ma poi facevo gruppi per il mare, viaggi esotici, ma anche gruppi per andare ai concerti, facevo 50 pullman per andare a vedere il Maurizio Costanzo Show, o per assistere a Buona Domenica, o per andare a Londra a vedere i musical. Poi, dopo aver fondato il progetto di franchising Pinguino Viaggi Network, mi sono concentrato molto sul network". Ora è una fase test del progetto, per capire come è cambiato il mercato, l'anno prossimo ci sarà l'ampliamento delle proposte, con il mare e le capitali per un discorso in fieri

I due cataloghi

Il primo catalogo dedicato all'Oktoberfest a Monaco di Baviera prevede solo sistemazioni nel centro città. Per l'evento ci sono 13-14 pullman programmati, sono il triplo per la montagna. Tremila le persone che nel 2018 potranno viaggiare con Pinguino tra Oktoberfest e Capodanno; “per l'anno prossimo conto di fare almeno il doppio”, la promessa del manager. Il secondo catalogo prevede 30 destinazioni differenti, con alberghi e località rigorosamente selezionati, tutti concentrati nelle 3 festività di Natale, Capodanno ed Epifania con formule di durata diversa a seconda delle esigenze. Non sono stati previsti altri periodi, come i mercatini di Natale o le settimane bianche. "É un prodotto che conosco molto bene - sottolinea Pellegrini - e che prevede in un unico pacchetto, con prezzo finito, pullman, assistente, assicurazione annullamento viaggio medico bagaglio, hotel. Non c'è la tassa di iscrizione". Si parte da Pescara con il pullman, lungo il percorso sono previsti dei pick up che raccolgono da altre regioni quali Lazio, Campania, Puglia e Toscana, accontentando quelle adv che hanno richieste. In termini di hotel, il manager lavora con allotment da 20-25 camere

L'accordo con Esitur Tour Operator

L’intera programmazione è curata da Esitur Tour Operator, operatore marchigiano con cui Pellegrini ha stretto un accordo, che gestirà anche il booking per la vendita del prodotto per le adv Pinguino e SeaNet, per un totale di 300 punti vendita. Sono state stampate 20mila copie per tipo, il catalogo è visionabile anche all'interno del portale del t.o. Esitur. 

Il 24 e 25 giugno è in programma una mini convention a Pesaro che sarà l'occasione per incontrare quelle adv che non erano presenti a Sharm e quelle che invece c'erano ed hanno chiesto di approfondire la conoscenza dei due cataloghi. 

Perché proprio ora questo ritorno alle origini? “Perché girando tra le adv ci siamo resi conto che quelle che già facevano gruppi volevano implementarli” e la mossa di Pinguino vuole essere una risposta alle loro esigenze. Il prodotto è redditizio, si offre “l’alta stagione a prezzi buoni, la forza contrattuale si misura con la capacità di farsi dare periodi ed eventi in alta stagione. L'idea è proporre un prodotto che si faccia raccontare da chi lo ha vissuto”. La chiave, secondo il manager, è andare oltre il consueto, proponendo escursioni che alimentino il passaparola. Sarà un po’ questo l’approccio che il manager avrà per il prodotto montagna, “con proposte anche per chi non scia, per proporre alternative”. s.v.

 




 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte