EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Alitalia: via libera al decreto legge mentre si indaga sulla gestione Etihad

23/05/2018 08:52
Il provvedimento approvato con le modifiche contenute nell'emendamento del relatore Mario Turco di M5S. La procura di Civitavecchia apre un’inchiesta per bancarotta fraudolenta. Svolta nelle indagini sulla gestione del vettore emiratino

Arriva il via libera al decreto legge Alitalia, con la proroga dei tempi per il completamento della procedura di cessione della compagnia, da parte della commissione Speciale del Senato.

Il provvedimento, si legge su fonti di stampa, è stato approvato con le modifiche contenute nell'emendamento del relatore Mario Turco di M5S, che ha il mandato a riferire in aula da parte di tutti i gruppi.

Le modifiche approvate

L'emendamento stabilisce che ''i commissari della società Alitalia in amministrazione straordinaria trasmettono alle Camera, entro 60 giorni a decorrere dalla data di entrata in vigore'' del decreto legge, una relazione ''concernente la situazione economica e finanziaria dell'impresa nell'ambito della procedura di cessione''.

Inoltre, nel dossier dovranno essere evidenziati ''i dati riferiti ai contratti aziendali in corso di fornitura carburante, di leasing e di manutenzione ordinaria e straordinaria, nonché ai contratti di servizi esternalizzati maggiormente rilevanti''.

Il documento sarà trasmesso al parlamento e dovrà contenere dati relativi ''l'andamento dei crediti commerciali e delle altre attività finanziarie, sia antecedenti che successivi all'amministrazione straordinaria, dando altresì conto degli eventuali contenziosi in essere e delle attività di recupero crediti e altre attività patrimoniali, finalizzate alla salvaguardia del capitale d'impresa''.

Tra le informazioni rientrerà anche la consistenza della forza lavoro impiegata, ''suddivisa in base alla tipologia contrattuale, e al numero di unità di personale dipendente in cassa integrazione guadagni''.

Dovranno essere fornite informazioni anche sul raggiungimento degli obiettivi previsti nell'ambito del programma di cessione. I commissari dovranno relazionare anche le attività compiute nel periodo tra la data di entrata in vigore del decreto e quella della dell'approvazione finale del provvedimento.

Le nuove scadenze

Ecco l'agenda delle nuove scadenze. Le procedure di gara dovranno essere chiuse entro il 31 ottobre 2018, la restituzione del prestito di 900 milioni dovrà avvenire entro il 15 dicembre 2018. Il decreto legge Alitalia, approvato dalla commissione Speciale del Senato, ha fissato queste scadenze.  

Indagini sulla gestione Etihad 

Intanto, dalle pagine dei quotidiani fa capolino un altro tema caldo. La versione online di Repubblica parla di "svolta nelle indagini sulla gestione Etihad di Alitalia". La procura di Civitavecchia ha, infatti, aperto un’inchiesta per bancarotta fraudolenta, ipotizzando la responsabilità degli amministratori designati dalla compagnia emiratina nel buco dei conti, superiore a 400 milioni di euro. A seguito di ciò, ieri mattina, la Guardia di Finanza ha acquisito documenti ed esaminato i computer nella sede di Alitalia.

Gli accertamenti, come riporta il quotidiano, sono iniziati più di anno fa, con la ricostruzione di alcune operazioni che sono state condotte dai manager voluti da Etihad. I militari hanno acquisito le relazioni dei commissari straordinari e altri dossier sull’origine delle perdite, focalizzandosi sui primi due mesi del 2017, periodo in cui sono andati in fumo più di cento milioni d’euro. Da qui la richiesta da parte delle Fiamme Gialle di altre iniziative. 

Adesso, scrive sempre Repubblica, l’indagine proseguirà sugli aspetti societari, amministrativi e contabili della gestione James Hogan.

In particolare ci sono due operazioni su cui si concentrano le Fiamme Gialle, una è la cessione di alcuni slot da Az ad Etihad, l'altra sono i punti millemiglia accumulati dalla compagnia.

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us