EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

La Germania cresce del 12% negli arrivi dall’Italia

17/05/2018 09:50
Gastronomia e vino le esperienze di viaggio per attrarre ancora più visitatori

Stabile negli arrivi la Germania, nonostante il fallimento di Air Berlin nell’agosto dell’anno scorso. Con 430 milioni di pernottamenti complessivi, la destinazione chiude un 2017 caratterizzato dalla débacle della compagnia area che su Berlino aveva un’attività molto sostenuta, andando a impattare sull’andamento del turismo. “La mancanza di voli ha poi generato l’incremento delle tariffe aeree e questo ha avuto un riflesso, poi superato – commenta il direttore dell’ente del turismo, Ulrich Ruter -. Dall’Italia abbiamo avuto 3,7 milioni di overnight, sostanzialmente stabili, su 83 milioni di quelle relative all’incoming internazionale”. Da precisare che le statistiche conteggiano solo le strutture ricettive con almeno 10 letti. In particolare, il 25% degli arrivi appartiene al segmento business travel. “La crescita degli italiani negli ultimi sette anni è stata costante e pari al 12%”, conclude Ruter.

L’enogastronomia con accento sull’enoturismo rappresentano le esperienze di viaggio che l’ente germanico promuove quest’anno. In Germania ci sono 13 regioni del vino e 52 luoghi storici legati alla produzione. “Ai tempi dell’antico Impero Romano l’acqua non era pura e i soldati iniziarono a piantare le viti, di qui l’origine del nostro patrimonio vitivinicolo che oggi conta 102mila acri, con varietà di grande pregio – commenta Steffen Schindler di Deutesches Weininstitut -. Ci rivolgiamo al turismo con il marchio della Deutsche Wein Strasse e numerosi festival durante l’estate, meno famosi dell’Oktoberfest, ma ugualmente interessanti”.

Il gruppo Lufthansa vola con 900 frequenze alla settimana con i brand Air Dolomiti, Lh ed Eurowings, da 21 aeroporti italiani. “Offriamo un ampissimo range tariffario per ogni segmento di traffico”, spiega la direttrice marketing Marilena Cunsolo. Sono 19 le destinazioni servite.

Anche il treno comincia a diventare un'alternativa, gli Eurocity da Verona a Monaco di Baviera sono saliti a cinque al giorno, impiegano cinque ore. p.ba.

Nella foto: Silvana Graziani di Air Dolomiti, Marilena Cunsolo di Lufthansa, Ulrich Ruter dell'ente del turismo germanico e Roberta Monti di Eurowings


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte