EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

I cinque pilastri di Costa Crociere

07/05/2018 09:47
Ai “Protagonisti del Mare” va in scena il futuro della compagnia, tra nuove navi e un “ecosistema” che mette in primo piano il cliente e gli agenti di viaggi

“Piano industriale, prodotto, sostenibilità, comunicazione e formazione per gli adv”. Sono questi i cinque pilastri dell’ecosistema di Costa Crociere, raccontati dal management della compagnia nel corso dell’edizione 2018 di “Protagonisti del Mare”: dalla filosofia di base alle strategie commerciali, dall’impegno per l’ambiente alla gastronomia etica (e stellata), passando per i progetti e le navi in cantiere, i manager di Costa hanno disegnato ai partner della società il futuro prossimo della flotta del “comignolo giallo”. L’appuntamento, giunto alla sua 25esima edizione e celebrato con una mini-crociera mediterranea su Costa Favolosa tra Savona, Marsiglia e Barcellona, ha visto la partecipazione di circa 1.800 tra agenti di viaggi, personalità del mondo del turismo e dell’editoria di settore, ed ha costituito l’occasione per premiare le agenzie più performanti sui diversi mercati internazionali e le testate del turismo trade, tra le quali Guida Viaggi.

Giganti dei mari in progress
“Il mercato delle crociere cresce del 5% annuo – ha spiegato Carlo Schiavon, direttore commerciale e marketing Italia del gruppo – con l’Italia che rappresenta il settimo mercato al mondo in una classifica dominata da Usa, Germania e Cina, ma nel nostro Paese il tasso di penetrazione delle crociere come scelta dei viaggiatori è dell’1,3%, contro il 3,5% degli Usa e il 2,9% del Regno Unito: è su questo dato che dobbiamo lavorare”. In primis con il prodotto e le nuove navi, a proposito delle quali, come ha raccontato Schiavon, “nel 2019 arriverà Costa Venezia, che partirà l’8 marzo 2019 per una crociera inaugurale da 53 giorni da Trieste a Tokio, sulle orme di Marco Polo, alla quale seguirà il battesimo, il 3 novembre 2019 a Savona, di Costa Smeralda, la nuova ammiraglia che rappresenterà in ogni suo aspetto un omaggio al meglio dell’Italia” e che, nelle parole del presidente Neil Palomba, “aprirà anche ulteriori opportunità per portare in crociera nuovi target di ospiti, offrendo loro un’esperienza di vacanza indimenticabile”.

Focus sui millennial e sull’offerta
Obiettivo dichiarato del management della compagnia è quello di conquistare anche i millennial, piuttosto riottosi ad avvicinarsi alle crociere anche se, spiega Schiavon, “stiamo lavorando continuamente a soluzioni – in termini di tecnologia e di esperienza a bordo e a terra - pensate per i più giovani: registriamo però che Costa ha già l’età media dei viaggiatori più bassa al mondo, pari a 42 anni”. Quanto alla gamma di prodotto, Daniel Caprile, direttore vendite Italia della compagnia, ha spiegato che “nel periodo estate 2019 - inverno 2020 offriremo complessivamente 500 crociere con 14 navi, con 400 nuove escursioni e tante novità sul volato dall’Italia: ad esempio, destinazioni come India e Maldive saranno collegate anche da Puglia, Sicilia e Sardegna, oltre che da Roma e Milano”.

Le leve del trade
Da “Protagonisti del Mare” per le adv arrivano diverse conferme e altrettante novità. Se da un lato Caprile ha confermato il rinnovo della formula all-inclusive perché “il prezzo finito abbatte uno degli ostacoli principali alla vendita delle crociere e stimola l’azione degli adv che, grazie a questa formula, incrementano ulteriormente la propria remunerazione. Non a caso, oltre il 90% delle agenzie ha espresso chiaramente il desiderio di averla sempre disponibile”, Schiavon ha spiegato che “le remunerazioni per le adv sono cresciute nell’ultimo biennio, in parallelo con il pricing e il valore medio delle pratiche, che segna +9% nel 2018” con “un notevole incremento anche sull’anticipo medio delle prenotazioni, che si attesta a più 4 mesi”.

A lezione di mare
Dopo le conferme, le novità, tra le quali lo sviluppo di CostaNext: da gennaio 2019 i servizi erogati non saranno più offerti in pacchetti precostituiti, ma ogni singola agenzia potrà personalizzare completamente il pacchetto di servizi che ritiene più utili per lo sviluppo del proprio business. “Questa nuova impostazione di CostaNext nasce dall’ascolto e dall’analisi delle esigenze delle oltre 8.200 adv nostre partner”, spiega Caprile, che fa notare come il cuore “formativo” di CostaNext, Costa Academy, abbia “coinvolto più di 3.500 agenti, che nel 70% dei casi hanno visto aumentare le loro vendite”. Altra iniziativa al debutto è “Vendi Costa e parti in Vespa”, che andrà ad arricchire il piano di incentivazioni di super e over commission di Segui-C con l’omaggio di una Vespa 125 Sprint brandizzata Costa a tutte le adv che dal 1° maggio 2018 al 30 aprile 2019 raggiungeranno tutti e cinque gli obiettivi periodici di vendita. g.m.

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us