EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

I vettori e l'exploit delle ancillary

23/02/2018 09:00
La crescita dei ricavi accessori è del 308% in sette anni. Tra le ragioni, la popolarità del modello di volo a basso costo e l'approccio modulare ai prezzi

Il modello di business delle compagnie aeree si sta evolvendo, come dimostra l'ultimo studio di IdeaWorksCompany. I ricavi accessori sono più alti in Europa a causa di una forte presenza di low cost che rappresenta il 27% dell'attività, a differenza del Nord America.

In un momento in cui molte aziende stanno cercando di aumentare i costi ancillari, per recuperare margini di guadagno, uno studio di IdeaWorksCompany e CarTrawler (una delle più grandi piattaforme di viaggio al mondo) mostra che i ricavi accessori guadagnati dalle società nel 2017 sono vertiginosi: ammontano a 57 miliardi di dollari (46,20 miliardi di euro). Una vera esplosione del + 308% nello spazio di 7 anni. Dei 46,20 miliardi di euro raccolti dalle compagnie, circa 19 miliardi sono attribuibili al bagaglio.

Secondo Aileen McCormack, direttore commerciale di CarTrawler: "Il forte aumento dei ricavi pay-per-view dal 2010 (+ 308%) dimostra la crescente popolarità del modello di volo a basso costo e l'approccio modulare ai prezzi". Le aziende stanno migliorando le loro strategie per incoraggiare i viaggiatori a spendere aumentando così i rendimenti degli investitori. "Le opportunità di noleggio auto e prenotazioni alberghiere - prosegue McCormack - aiutano le compagnie aeree a soddisfare meglio l'ampia gamma di esigenze di viaggio dei viaggiatori".

Una delle conclusioni dello studio è che le aziende tradizionali non hanno altra scelta se non quella di allinearsi con il modello a basso costo. A breve i vettori low cost rappresenteranno il 25% dei ricavi operativi nel mercato globale.

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte