EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Alpitour e la rivoluzione del progetto “Mare in Italy”

06/02/2018 14:43
Abolita la quota di iscrizione e abbuonate le penali in caso di cancellazione fino a 8 giorni dalla data di arrivo in hotel; new entry di prodotto e i traghetti prenotabili su EasyBook

Niente più quota di iscrizione e nessuna penale per chi disdice una prenotazione fino a otto giorni dall’arrivo in hotel. Sono questi alcuni degli aspetti che cambiano il modo di vendere il mare Italia di Alpitour. Ne hanno parlato oggi a Torino Pier Ezhaya, direttore tour operating del gruppo, e Andrea Moscardini, direttore commerciale divisione Alpitour e Francorosso.

“Mare in Italy – ha annunciato Pier Ezhaya – è un progetto rivoluzionario che ridisegna le vacanze in Italia”. Il manager ha sottolineato l’intervento di un concetto rischioso dal punto di vista economico, ma di cui l'azienda è convinta. “Abbiamo deciso da un lato di rafforzare la dorsale dei prodotti controllati – ha detto il direttore - con 24 strutture che in prospettiva raddoppieranno, e dall'altra offrire per i prodotti generalisti una policy aggressiva e contemporanea, raggruppando l’offerta del gruppo in un unico catalogo. Il tutto accompagnato da una politica commerciale nuova”. Una politica che tocca due nervi scoperti: la quota di iscrizione, che per quel tipo di prodotto è difficile da far digerire al cliente finale, e le penalità in caso di cancellazione.

“Il mercato fa fatica a pagare la tassa di iscrizione e per questo prodotto abbiamo deciso di abolirla – ha spiegato Ezhaya -. Il secondo aspetto è il cambiamento della policy in caso di annullamento, con la possibilità di non avere penali fino a 8 giorni dall'arrivo in hotel”. C’è poi un terzo elemento che riguarda il lancio della card Serenitaly, che include vantaggi prima della partenza, all’atto della prenotazione,e vantaggi anche durante il viaggio”.

Altre novità collegate al Mare in Italy riguardano l’ampliamento dei voli charter con il vettore in house Neos, disponibili anche su Olbia e Palermo, e la possibilità di prenotare i traghetti di 4 compagnie (presto saranno 5, ndr) direttamente via EasyBook. Su Catania è stato spostato l’operativo charter dal venerdì alla domenica.

Gli obiettivi su questa linea di prodotto, “sono di una crescita attorno al 10-12% in volumi di fatturato per compensare l’investimento sulla flessibilità”. Attualmente il mare Italia del gruppo vale circa 65 milioni di euro, “quindi ci attendiamo 7-8 milioni di euro in più per finanziare il taglio previsto”.

“In termini di strutture – ha commentato Moscardini - si segnala la novità del Voi Marsa Siclà, sulla spiaggia di Baia Samuele, struttura con caratteristiche uniche e che rappresenta un investimento importante del brand alberghiero (si parla di oltre 4 milioni di euro)”. Aprirà ai primi di giugno e verrà lanciato sul mercato con eventi dedicati alle adv per percepirne il valore. Altre new entry sono il Li Cucutti nel nord Sardegna e il Baia di Tindari in Sicilia come BravoClub. l.d.

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte