EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Cartelli: “Dirigere Hotelplan e Turisanda una sfida più completa”

21/11/2017 09:33
"Dopo 15 anni lascio la direzione commerciale di Eden; mi sono tolto tante soddisfazioni. Ora avrò anche un ruolo di gestione. Riposizionamento percorso faticoso"

“Dopo 15 anni lascio la direzione commerciale di Eden, in questo periodo mi sono tolto tante soddisfazioni. Ora mi attende una sfida diversa”. Così Angelo Cartelli, direttore di Hotelplan e Turisanda per Eden Travel Group, esordisce commentando il nuovo incarico. E’ il suo modo, concreto, di replicare ai commenti di mercato sul suo cambio di posizione. “Questa è una sfida diversa perché più completa, che implica anche un ruolo di gestione,  c’è una parte di percorso che professionalmente parlando devo ancora affrontare”.

Il percorso di riposizionamento di Hotelplan e Turisanda all’interno del gruppo è stato faticoso ed è ancor più faticoso comunicarlo al trade. Quali saranno i prossimi passi? “Hotelplan ha un piano di rilancio importante sul quale lavorerò – spiega il manager -. Si tratta di una riorganizzazione interna (entro dicembre sarà completata), di nuova tecnologia in arrivo e di una rivisitazione del prodotto”.

La riorganizzazione di prodotto per Hotelplan prevede “un posizionamento alto che sfocia nel lusso ed entro l’anno presenteremo un progetto ad hoc. Dovremo ritornare ad essere il viaggio inconfondibile e costruito su misura”. Per raggiungere l’obiettivo Hotelplan riparte dalla qualità e dalla preparazione del booking. I viaggi inconfondibili di Hotelplan faranno leva su un livello altissimo di assistenza, h24, su sistemi sofisticati e sulla tecnologia, con l’avvio del booking online a gennaio. Il prodotto sarà implementato nelle aree storiche.

Per il brand Turisanda l’impegno verterà sulla creazione della “experience”. Sul rischio eventuale di sovrapposizione con la linea Club e Premium di Eden, Cartelli replica: “E’ una scelta di prodotto diversa, con un software internazionale, che non ha nulla a che vedere con il format dei villaggi all’insegna dell’italianità”. Remise en forme, relax, musica le componenti essenziali di questa proposta. “Un esempio – spiega il direttore - è il cibo, che viene associato al concetto di benessere, dove lo chef diventa quasi un elemento di intrattenimento. Il secondo elemento, la musica, non serve per  far ballare come nel format classico, ma è un intrattenimento equilibrato che  accompagna l’ospite in vacanza”. Anche le attività hanno una connotazione legata al wellness con la pratica dello yoga, le passeggiate con il biologo in un contesto internazionale. Dall’estate prossima le Turisanda Experience passeranno dalle 8 dell’inverno a 12 circa, con l’inserimento di new entry nel bacino mediterraneo(Spagna-Grecia e Italia).

“Il portafoglio clienti è già definito – conclude Cartelli – e l’allargamento delle agenzie è ponderato. La cosa più importante è dare risposte in tempi rapidi”. Sulla costruzione degli obiettivi, assicura: “Li costruiamo insieme, Luca ed io, e le strategie sono condivise”. l.d.

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte