EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

I Grandi Viaggi lancia la figura dell'animatore social

11/07/2017 10:35
Il commento di La Rocca sul mercato: "Il marchio Valtur ha forza in quanto villaggio e per Ventaglio un catalogo generalista non è abbastanza, poi senza Colombo il marchio vale poco"

E’ carico di energia Ciro La Rocca, responsabile vendite Italia de I Grandi Viaggi, e vorrebbe provocatoriamente rendere pubblico il suo numero di cellulare per interloquire con il settore. “Lo scriva pure, io do volentieri il mio cellulare, non il numero dell’azienda”. Non è preoccupato per la nuova concorrenza in arrivo di stampo alberghiero (dalla nuova Valtur alla ripartenza del Ventaglio). “Finché si tratta di una concorrenza sana non può che indurre a fare meglio”. Ma si spinge oltre: “Vede, il villaggio è qualcosa di diverso da un format alberghiero che prevede una permanenza flessibile – sottolinea -. Villaggio è aggregazione, spirito di familiarità. Mi dice come fa un bambino ad integrarsi in un miniclub se si ferma solo 3-4 giorni, o un adulto a relazionarsi con il responsabile dello sport se non soggiorna almeno una settimana?”. E aggiunge: “Sono stati fatti tanti proclami, ma io penso che il brand Valtur abbia forza in quanto villaggio e per Ventaglio un catalogo di prodotti generalisti non è abbastanza, poi senza Colombo il marchio non ha tanto valore”.

Dopo il commento di mercato condivide la sua idea di business per I Grandi Viaggi: “Cerco gente entusiasta (intende agenzie, ndr), sono carico e l’obiettivo è riportare i clienti in agenzia. Noi siamo partiti bene con le vendite per l’estate e al 31 marzo avevamo un 58% di prevendita, poi è subentrato il blocco per i ponti di aprile, maggio non è mai partito e giugno è stato lento. Ora è tutto alla rincorsa”. Sull’exploit dell’Italia va cauto: “Tutti si aspettavano un’Italia da record, hanno investito sul prodotto, ma attualmente sul mercato c’è tanta offerta – dichiara – e gli operatori hanno ancora posti charter e letti da vendere”.

Attualmente l’occupazione in Sardegna vede per Igv un 85% di riempimento a luglio e un 75% ad agosto. “La Sicilia vede a luglio un 68% di tasso d’occupazione e ad agosto un 60%”, e spiega: “Mentre in Sardegna il cliente giustifica il prezzo alto, in Sicilia si fa più fatica ad affermare un prezzo superiore ai mille euro per un prodotto di alta qualità”. E’ qui che si fa più aggressiva la concorrenza (Nicolaus, Ota, Aeroviaggi…). L’azienda dichiara di non voler inseguire il prezzo basso e si fa forte del suo 70% di repeater. Il manager ammette però: “Dobbiamo cercare nuovi clienti. Stiamo dialogando con i social e da quest’anno abbiamo instaurato la figura degli animatori social che con video su Youtube, Facebook e Instagram fanno vivere il villaggio 24 ore su 24”.

Un’azienda tradizionalista, I Grandi Viaggi, che sta sperimentando un nuovo modo di comunicare, “pur restando 100% legati al canale agenziale. I nostri clienti – sottolinea – hanno vantaggi soltanto con le agenzie. Per questo oggi lanciamo l’hashtag: #nelleagenzieconviene”. I 20 commerciali presenti in Italia sono disponibili per fornire assistenza alle agenzie: “Attraverso il canale agenziale vogliamo dare upgrading, check in e check out privilegiati. Mettiamo in campo nuovi servizi per le adv , non abbassiamo la quota ma diamo servizi”.

Nel frattempo è partita l’iniziativa di un extra bonus di 105 euro su Marispica e Santa Clara e nei prossimi giorni partirà un contest dedicato ai banconisti.

Per l’inverno è in programma una nuova struttura a Mauritius (Cuba esce dalla programmazione, ndr). “Stiamo poi conquistando tutto il mondo con il prodotto di  linea – conclude -. Assistiamo ad una crescita del 10% sul reparto linea e per l’anno prossimo ci aspettiamo di più. I tre principi cardini della nostra sfida tour operating sono: tecnologi,  velocità e responsabili di prodotto che rispondono al booking. Vorremmo fidelizzare 500 adv per il prodotto linea”. Intanto è quasi pronto il catalogo sposi da 130 pagine. l.d.

 

 

 

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte