EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Il turismo fa bene a Firenze

09/06/2016 14:55
I risultati dello studio “Il Turismo a Firenze, il punto di vista dei residenti”, promosso da Etoa

Sia i residenti, sia chi frequenta Firenze ma abita in provincia o fuori provincia, ha ben presente quanto sia importante il turismo per l’economia della città, anche se ha un’idea molto vaga del suo valore economico e della dimensione reale del fenomeno. È quello che emerge dallo studio “Il Turismo a Firenze, il punto di vista dei residenti” promosso da Etoa – Associazione Europea del Turismo in collaborazione con Fondazione Romualdo Del Bianco – Life Beyond Tourism e il Centro Studi Turistici di Firenze con il Patrocinio del Comune di Firenze. Al di là dei risultati sui singoli aspetti proposti dall’indagine, il dato che sintetizza il “pensiero” dei fiorentini verso il turismo è quel 77% del campione che chiede di fare attenzione alle politiche di sviluppo, pianificando al meglio la crescita del mercato.

Obiettivo dello studio, che si è svolto tra il 12 aprile e il 12 maggio 2016 e che ha visto partecipare oltre 2.960 persone, è dare un’idea della politica sulla quale potrà essere incentrato il futuro sviluppo del turismo per il territorio.

Quello che emerge è la consapevolezza di vivere in un luogo al centro dell’interesse dei mercati nazionali e internazionali e che il continuo afflusso di turisti non solo rafforza il senso di “appartenenza”, il valore della “fiorentinità”, ma contribuisce alla conservazione di palazzi storici e siti culturali e favorisce le relazioni e gli scambi culturali tra i residenti e il resto del mondo. Ciò nonostante appare abbastanza diffuso un “sentimento non sempre positivo” verso il turismo per gli impatti che genera sul sistema macroeconomico e sociale della città.
L’effetto più negativo del turismo, secondo il sondaggio, è l’aumento dei prezzi di beni e servizi (80% delle risposte), mentre quello più positivo è la possibilità di sviluppo di nuove opportunità di lavoro (75.5%), seguito dalla crescita di appeal per investimenti (73.6%).


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte