EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

La newco Pts guarda ad altri network

26/05/2016 14:52
Il progetto lanciato da SeaNet e Pinguino è partito ed è operativo

Il progetto della newco Pts, formata da SeaNet e Pinguino, è partito ed è operativo. E’ stato fatto un roadshow in Italia per incontrare le adv ed illustrare l’operazione. Come si sa le adv Pinguino sono confluite all’interno della newco. “Sono state soddisfatte dell’operazione in quanto dà valore al network - commenta a Guida Viaggi Giovanni Pellegrini, a.d. di Pinguino e presidente di Pts -, in quanto i punti vendita avranno più servizi e assistenza”, in questo caso offerti da SeaNet, che sempre più si rafforza nel suo ruolo di service, verso altre reti.

Andrea Pesenti, direttore commerciale di SeaNet, è stato delegato dal cda di Pts alla gestione commerciale di assistenza e formazione della rete. E così è. Il compito di SeaNet in questa operazione è fornire servizi alle adv Pinguino, in termini di assistenza, formazione, consulenza, strumenti, così come fa con le proprie adv.

Parlando di numerica, con Pts siamo di fronte a un gruppo da circa oltre 300 adv, con Seanet. “E non è finita qui – afferma Pellegrini -, eventualmente vogliamo prendere in considerazione la possibilità di fare un’operazione anche con qualche altro network. E’ nei nostri pensieri", annuncia. 

Operazione legata ai servizi

La nascita della newco non è un’operazione di fusione, ma è legata soprattutto ai servizi. In termini di quote, Pts è formata per l’80% da Davet, srl di cui Pellegrini è unico socio (le adv Pinguino erano all’interno di Davet srl, ndr), e per il 20% da SeaNet. Un’operazione che ha comportato un accordo di servizi, forniti da SeaNet, personalizzati per le adv Pinguino, "una mossa che fa la differenza in quanto Seanet è molto strutturato”, sottolinea Pellegrini. C’è poi da considerare che entrambi i network usufruiscono dei servizi di Geo.

Lo sviluppo delle adv Pinguino

Ad oggi le adv Pinguino sono una settantina, e sono in franchising. “Non sono più nuove aperture, ma consolidate negli anni e affezionate al mondo Pinguino - afferma Pellegrini -. Un po’ alla volta stiamo risalendo il numero e facendo una blanda operazione di gruppo d’acquisto, affiliando alcune adv già operative – fa sapere il manager -. A breve, visto qualche segnale di ripresa, ritorneremo a portare avanti lo sviluppo di punti vendita, partendo da zero, ossia dai neofiti. Non vogliamo affiliare 50 adv in un anno, ma 10/12 non sarà complicato farlo, portando avanti, però, una politica cauta di selezione”.

La strategia è chiara e punta a “fare sviluppo e gruppo d’acquisto, ma non pensiamo a 200/300 adv, meglio prendere quelle giuste”, ci tiene a precisare il manager. Nel momento in cui gli chiediamo quale sia il target numerico per il 2016, un po’ a sorpresa risponde: “Non ho un target”. Anche se in realtà poi ci dice che, per l'anno in corso, conta di avere “10/12 adv in più”. s.v.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte