EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Marsupio rafforza la politica sulle adv

09/02/2016 10:19
Una politica commerciale incentrata sulle esigenze delle affiliate, incontri diretti sul territorio, azioni di marketing e di prodotto e partnership più strette, anche in termini di polo

Focus sulle adv. E' la strategia 2016 di Marsupio. E la rete la porta avanti attraverso una politica commerciale incentrata sulle esigenze delle affiliate, incontri diretti sul territorio, azioni di marketing e di prodotto ed un rafforzamento delle partnership, anche in termini di polo. A tal proposito, interpellato in merito alle voci sull’esistenza di un quarto soggetto entrato a far parte del polo formato da Marsupio, Fespit e Achille Lauro Netravel, il vicepresidente, Massimo Caravita, non nasconde che l’obiettivo è “rinsaldare le partnership attuali e valutarne ulteriori nel rispetto dell’identità del network Marsupio e delle sue caratteristiche, senza snaturare le nostre visioni e il nostro dna. Valutiamo ulteriori consolidamenti di partner che condividano la filosofia e l’impostazione che Marsupio storicamente ha”, afferma il manager a Guida Viaggi.
La scelta, che prende sempre più piede nel settore, come più volte affermato, non lascia ombra di dubbio sul fatto che, sempre di più, le concentrazioni di poli o le aggregazioni siano "processi che vanno avanti perché è necessario aumentare il potere contrattuale nei confronti dei fornitori che purtroppo a volte fanno scelte commerciali poco lungimiranti e di scarsa attenzione nei confronti delle adv”. Prova ne è il recente “cambio del calcolo dell’Iva, da parte di alcuni t.o, sulle destinazioni Cee che penalizza la marginalità delle adv”.

La strategia

Il 2016 vede un rafforzamento di Marsupio e del polo per poter meglio “contrattare le condizioni commerciali con i fornitori”. A tal proposito la strategia del network prevede una partnership stretta “con 5-6 fornitori. Probabilmente con alcuni rafforzeremo ulteriormente, lavorando sul prodotto da dare alle adv con partnership di vario tipo”, fa sapere il manager. Sono previste anche campagne promozionali “su determinati target di passeggeri, principalmente con i partner, ma valutiamo anche ulteriori collaborazioni”. Le adv chiedono fornitori anche dinamici, in grado di fornire quegli strumenti che permettano loro di stare sul mercato. Per questo il network ha deciso di incrementare la parte dei fornitori online e dmc. Parallelamente la mossa che Marsupio sta facendo è quella di sfoltire quelli tradizionali, basandosi su criteri di qualità, dalla prevendita al post vendita, di solidità e attenzione alla distribuzione.

La logica portata avanti dal network vedrà un lavoro sempre più mirato sulle promozioni. “Nel 2015 sono state quasi un centinaio quelle fatte in un anno. Di queste un terzo erano esclusive”, dichiara Caravita. Promozioni da un lato ed advanced dall’altro. Con l’inizio del nuovo anno commerciale Marsupio ha lavorato molto su quella che, a detta del manager, sarà “la destinazione principale del 2016, ossia il Mare Italia, facendo operazioni di advanced booking. “Vi avevamo lavorato molto bene anche nel 2015 e quest’anno abbiamo cercato di anticipare. Le adv hanno risposto, avendo già iniziato a vendere il Mare Italia”.

Intanto le adv stanno rispondendo molto bene in termini di affluenza anche a “Il mese delle agenzie”, gli incontri regionali che Marsupio sta portando avanti sul territorio. Si tratta di 12 appuntamenti partiti con la tappa di Bologna, lo scorso 25 gennaio, che proseguono con i successivi incontri in giro per l’Italia per concludersi a marzo.

Tutti i dettagli su cosa chiedono le adv saranno trattati nella sezione Rubriche presente sul nostro sito, alla voce Interviste. s.v.

 

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte