EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Azemar: per l’inverno 2016 pronta la proprietà alle Maldive

16/12/2015 11:37
In trattativa il Madagascar, sotto tiro Cuba. Chiusura d’anno a +30% di fatturato per l’operatore
Oceano Indiano, con una struttura di proprietà alle Maldive dal prossimo inverno, e Madagascar, dall’estate del 2016, con un occhio aperto su Cuba: sono gli obiettivi nel mirino di Azemar. Ad anticiparli ieri sera, in un evento a Milano realizzato in collaborazione con Qatar Airways, l’a.d. del t.o. Maria Rosaria Campora (nella foto con il marketing manager Alessandro Azzola, ndr). “A dicembre 2016 apriremo la struttura di proprietà alle Maldive. Non vogliamo correre, ma stiamo lavorando per essere pronti a Natale”. Con un investimento di “35 milioni di dollari, il Cocoon di Lhaviyani sarà un 4 stelle superior o 5 stelle progettato in stile italiano, con 150 camere. Come il Gold Zanzibar Beach House & Spa, anch’esso di proprietà, ospiterà clientela dal nostro Paese, ma soprattutto internazionale (in una ripartizione del 30% per il mercato tricolore e 70% per l’estero, ndr).

Le direttrici di sviluppo comprendono anche il Madagascar “nella prossima programmazione estiva: siamo già in trattativa per una struttura”, a Nosy Be, e “stiamo puntando Cuba”. La strategia di fondo è “creare prodotti nostri che facciano da traino a tutti gli altri”; se il tour operator vecchia maniera oggi fatica, “il futuro non è nel disporre di strutture in esclusiva, ma di proprietà”. In termini di andamento Campora segnala una ripresa delle Maldive, insieme ai risultati messi a segno dal Gold che vede non solo il ritorno del mercato russo, ma la presenza di nazionalità come Israele, Germania, Francia e Sudafrica. Non mancano i cinesi, in piccola parte e per scelta: il numero di camere destinate a questo tipo di clientela non supera quota 10-15.

Azemar prevede di chiudere il 2015 con un incremento di fatturato del 30%; il valore medio pratica, segnala la manager, è salito. Ma soprattutto Campora evidenzia il fatto “di aver marginato utili pur in questi anni di difficoltà”. Il canale di vendita si riconferma quello distributivo, con una presenza decisa in Lombardia, Triveneto e Campania. Per il futuro la strategia non muterà, anzi: “Abbiamo intenzione di dedicarci ai venditori e di seguirli ancor di più”. In parallelo sono previste azioni per incrementare la notorietà del marchio Azemar, “già conosciuto tra le adv, anche sul consumatore finale”, con campagne pubblicitarie ad hoc. E non a caso da una settimana, oltre a quella del Gold Zanzibar, è aperta una pagina Facebook del t.o. n.s.

TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte