EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Svolta leisure per il Gruppo Uvet

19/10/2015 16:09
Le agenzie di viaggio coprono il 18% del mercato per 1,3 miliardi di giro d’affari. Ecco la riorganizzazione

Acquista più peso l’anima leisure del Gruppo Uvet, che oggi a Milano ha spiegato della riorganizzazione del business legato alla produzione e distribuzione di viaggi, il cui giro d’affari è stimato in 1,3 miliardi di euro (+5%). Le agenzie della società milanese sono 1.500 contando sia Uvet Network sia Last minute Tour (Lmt), andando a rappresentare il 18% del market share dei dettaglianti in Italia, raddoppiato negli ultimi tre anni. In questo periodo, infatti, si è completata l’integrazione delle reti Travel Co. e Itn, cui si è aggiunta un anno fa l’Lmt che da sola realizza 100 milioni di fatturato.

Perché questa virata leisure, forse i tour operator non rispondono alla distribuzione con un prodotto completo, ad eccezione del leader di mercato? “Anzitutto non c’è più il leader di mercato, perdono quote anche loro e si stanno riorganizzando – risponde il presidente Luca Patanè -. Facciamo questo per capire come si può crescere nel settore delle vacanze, ed è ciò che vogliamo, dunque abbiamo adottato una nuova organizzazione”. Che posto occupa il business travel in questa configurazione? “Il bt c’è ed è il migliore anno di sempre – continua -, abbiamo chiuso contratti importanti con aziende come Finmeccanica e Fiat”. Patanè sottolinea, poi, un aspetto che forse è una risposta al perché della riorganizzazione della parte “vacanziera” degli affari, all’interno di un gruppo che complessivamente vale 2,2 miliardi e la cui storicità (dal 1950) è un altro elemento da considerare rispetto alla necessità di cambiamento organizzativo. “Da quando c’è stata la crisi, nel 2008, il consumatore è profondamente cambiato – dice -, anche la distribuzione di viaggi deve innovarsi e avere un prodotto che non può più essere standard”.

Di qui la scelta di avere una negoziazione prodotto comune per Uvet Network, Club Viaggi Resort nonchè Lmt, di cui il presidente Ezio Birondi sarà responsabile, mentre Enzo Carella assume la guida della “leisure platform” collaudata nell’estate per gestire in modo integrato la personalizzazione dei prodotti. Il tour operator villaggista UvetGo è pronto ad annunciare nuove gestioni e conferma Beppe Pellegrino, ex Igv, Ventaglio e Bravofly, come project manager, mentre in Uvet Network entra Sandro Palumbo in qualità di retail sales director. “Siamo la realtà distributiva che meglio copre l’Italia – commenta l’ad di Uvet Network, Enzo Carella -, nel leisure dobbiamo accelerare la competitività globale offrendo servizi ad elevato standard”. L’esperienza di Expo sarà l’altro punto su cui sviluppare le attività: “Abbiamo venduto l’ultimo biglietto ieri (570mila in tutto), la gestione dei 13 padiglioni ci ha soddisfatto meglio di quella alberghiera, vedremo come tradurre l’esperienza su Astana 2017 e Dubai 2020”, conclude Patanè rilanciando sull’incoming. p.ba.
 

TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us