EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Innovazione e turismo, relazione in divenire

23/06/2015 15:40
Quanto emerso oggi durante la tavola rotonda organizzata da Guida Viaggi che ha messo a confronto alcune startup e i big player dell'industria turistica. Un assaggio di ciò che sarà #NF15, dove le imprese innovative saranno protagoniste, potranno presentare i loro progetti, integrarsi con possibili partner e investitori
“Nella relazione tra innovazione e turismo siamo all’inizio. Ma la contaminazione è iniziata”. Le parole di Stefano Ceci, founder e ceo TravelMesh, ben sintetizzano quanto emerso dal ventottesimo appuntamento con MARTEDIturismo by Guida Viaggi, tenutosi questa mattina allo Spazio Copernico, a Milano, realizzato in partnership con l’associazione Startup Turismo.

Tema dell’incontro, che ha visto un ricco e qualificato panel di relatori, è stato il rapporto tra startup digitali e la filiera delle vacanze, tra aziende che hanno l’innovazione nel loro Dna e realtà che, pur tradizionali, non possono fare a meno di mettersi “al passo coi tempi”.
Da possibili concorrenti le startup diventano acceleratori di business, e i casi in cui le “grandi” realtà le acquistano non sono rari, a partire da Lastminute.com che ha acquisito Map2app. Niccolò Bossi, investor relations and corporate affairs lastminute.com, rimarca l’interesse costante nei confronti di “piccole iniziative di business complementari al nostro modello”, strategia vincente se si pensa che “spesso le aziende sono concentrate sul loro core business e lo sviluppo di nuove iniziative dall’interno è difficile”. Difficile, ma non impossibile, come testimoniano i casi dei tour operator presenti. “Fluidtravel è la ‘nostra’ startup – ha dichiarato Davide Catania, amministratore unico Alidays Tour Operator -, grazie alla quale cerchiamo di parlare al cliente insieme all’agente di viaggi”. E in casa Naar la strada è lo sviluppo delle app “per seguire il cliente prima ma anche durante il viaggio”. Un concetto, quello di restare nelle “tasche” del viaggiatore, caro anche a Lastminute.com. Hotelplan, dal canto suo, è reduce dai primi mesi di sbarco nell’e-commerce, e si scontra, ha dichiarato il marketing manager & e-commerce Alessandro Biasi, con la difficoltà di far capire che “c’è chi vende prodotto online e chi lo fa con le garanzie del tour operator”.
Uno sguardo interessato alle startup digitali è, poi, quello di chi vive di tecnologia, come i gds. Dal programma dedicato che Travelport ha ai blocchi di partenza all’esperienza di Sabre, protagonista dell’hackathon organizzato lo scorso anno a NF, il legame è innegabile. E a dimostrazione che quella delle startup non è solo “una moda” passeggera c’è l’interesse suscitato nel sistema creditizio: Unicredit ha un progetto ad hoc, UniCredit Start Lab, con obiettivi ambiziosi.

Di questo e molto altro si è discusso nella mattinata milanese, un assaggio di ciò che sarà #NF15, dove le startup saranno protagoniste, potranno presentare i loro progetti, integrarsi con possibili partner e investitori. L’appuntamento è a Bergamo, il 25 e 26 settembre prossimi mentre su queste colonne rimandiamo alle notizie nei prossimi giorni. e.c.

TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us