EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Israele pronto a reagire

13/02/2015 15:31
Archiviato un 2014 in chiaroscuro, il Paese si rimbocca le maniche per un 2015 da cui stanno già arrivando alcuni segnali positivi. L'intervista esclusiva ad Avital Kotzer Adari
Nonostante una chiusura di 2014 con il segno meno, Israele intravede segnali positivi per il nuovo anno. Le prenotazioni stanno andando bene, soprattutto per quanto riguarda il mercato italiano: già a Pasqua si potrebbe vedere un primo concreto segnale di ripresa. 'Lo scorso anno stava andando bene, tanto che nei primi sei mesi abbiamo registrato un incremento generale del 28% - afferma a Guida Viaggi Avital Kotzer Adari, direttrice dell’Ufficio Nazionale Israeliano del Turismo -. Poi purtroppo c'è stata la crisi di Gaza e il trend si è invertito'. Allora come mai il 2015 dovrebbe essere diverso? 'Il trade ha fiducia nel nostro prodotto - spiega Adari - e con la nostra campagna 'Almeno una volta nella vita' contiamo di tornare ai livelli del passato'.

Online e Mice i nuovi obiettivi
L'anno di lavoro che attende l'ufficio turistico israeliano in Italia vedrà uno sforzo maggiore verso due comparti: online e congressuale. Nel primo caso sarà necessario intensificare l'attività social sui profili Facebook, Twitter e Google+. Per quanto riguarda il secondo fronte Israele ha da pochissimo fatto il suo ingresso nell'organizzazione internazionale dei congressi. 'Il nostro Mice è molto apprezzato - conclude Adari -. Israele ospita molti convegni specialistici nei principali settori della ricerca scientifica. E abbiamo anche le infrastrutture giuste, soprattutto a Tel Aviv'. f.c.

TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us