EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Kilifi lancia un'agenzia di promozione turistica

07/10/2014 14:12
Un nuovo portale premierà una contea in cui il mercato italiano è al primo posto; tra i progetti l'ampliamento dell'aeroporto di Malindi e la ripresa del volo Milano-Nairobi
Amason Jeffah Kingi, governatore della Contea keniota di Kilifi - che comprende le località di Malindi, Watamu, Mambrui, Jacaranda Bay, Kilifi, Gedi, Tsavo Est, Arabuko Sokoke Forest e Ras Ngomeni - ha incontrato ieri sera a Roma i rappresentanti della stampa di settore per annunciare l’apertura di un’agenzia di promozione turistica dedicata, a supporto del turismo in Kenya. “Oggi assistiamo ad un’operazione davvero importante che vuole essere anzitutto uno stimolo per il mercato italiano, il primo nella nostra Contea - ha detto Amason Jeffah Kingi -. Creare un’agenzia dedicata significa dare un’identità a questa porzione di territorio che non merita di essere confusa con altre località purtroppo investite da tristi accadimenti. A Kilifi non abbiamo mai registrato un singolo caso di attacco terroristico, mai nessun tentativo di aggressione ai turisti. Località costiere come Malindi, Watamu, Jacaranda Bay e Mambrui, ma anche quelle più interne, come il Parco Nazionale dello Tsavo Est, sono e saranno sempre assolutamente sicure. Vorrei inoltre sottolineare che fino ad oggi nessun caso di Ebola è mai stato registrato in Kenya”.
La Kilifi County è una delle 47 unità amministrative del Kenya e con 1,6 mln di abitanti copre una superficie pari a poco più del 2% dell’intero territorio. Pochi sanno che su questo fazzoletto di terra si concentra il 65% delle strutture ricettive presenti in tutto il Paese.
Grazie all’impegno del governatore e del team che lo affianca nelle attività ora la Contea dispone di un logo che sintetizza i suoi elementi caratterizzanti, sole mare e spiagge, e di un nuovissimo portale www.kilifi.go.ke. Ma non è tutto: “Tra le nostre priorità c’è sicuramente l’ampliamento dell’aeroporto di Malindi per trasformarlo in uno scalo internazionale in grado di accogliere direttamente anche i voli charter che attualmente sono costretti ad atterrare su Mombasa - ha detto Amason Jeffah Kingi -. Stiamo negoziando e discutendo la questione con le comunità locali per sensibilizzarle sul possibile progetto. Stiamo lavorando inoltre sul rifacimento della strada che da Watamu conduce alla Jacaranda Bay”.
Decisioni importanti potrebbero riguardare anche il fronte dei collegamenti aerei dall’Italia: “Al fine di incoraggiare flussi costanti abbiamo intavolato delle discussioni con il governo centrale e Kenya Airways per la ripresa del volo da Milano su Nairobi”, ha concluso il governatore. a.te.

TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte