EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Air France-Alitalia: ipotesi polo low cost

25/02/2013 09:17
Potrebbe essere questo, ipotizza corriere.it, il primo passaggio della futura aggregazione tra i due gruppi per poter garantire massa critica alla low cost francese Hop!; anche se lo scorso venerdì il gruppo franco-olandese, nel corso della presentazione dei conti 2012, ha smentito qualsiasi operazione di acquisizione nell'immediato
Un polo low cost Air France-Alitalia? Potrebbe essere questo, ipotizza corriere.it, il primo step della futura aggregazione tra Air France-Klm e Alitalia. Verrebbe così a formarsi il terzo vettore low cost nel mercato europeo dopo Ryanair ed easyJet. Lo scorso venerdì, tuttavia, il gruppo franco-olandese, nel corso della presentazione dei conti 2012, ha smentito qualsiasi operazione di acquisizione nell'immediato. Numeri alla mano i conti del gruppo vedono una ristrutturazione che ha pesato per 471 milioni sulle perdite, 1,2 miliardi, e poi c'è un indebitamento da 6 miliardi. Vero è che il numero uno di Air France, Jean Cyril Spinetta, in merito alle prospettive del trasporto aereo ha ribadito la necessità delle aggregazioni nello scenario attuale. In questo momento il problema, riporta sempre corriere.it, è rappresentato dal corto e medio raggio (non dal lungo che ha visto risultati raddoppiati), in quanto le low cost hanno avuto il loro peso, portando ad un azzeramento dei guadagni, con le perdite che sono passate da 700 a oltre 800 milioni. Come si sa la mossa di Air France è stata quella di riorganizzare il medio raggio sulla base delle tre modalità - classica, regional e low cost - con Hop! che copre al momento 50 destinazioni domestiche ed alcune città europee. Secondo corriere.it la mossa è simile a quanto già attuato da altri vettori, per esempio a quanto messo in atto da Lufthansa con Germanwings, cui ha trasferito gran parte della sua rete europea, ma conservandosi i voli che alimentano l'hub. E poi c'è l'operazione messa in atto da Iag con l'acquisizione di Iberia Express e Vueling. Dal canto suo Air France deve poter garantire ad Hop! massa critica così da poter fronteggiare i due vettori low cost Ryanair ed Easyjet. Per farlo sembra che l'ipotesi di creare un polo più ampio con l'incorporazione di Air One possa essere la strada.

TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte