EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Tui ce la fa: alza tariffe e margini

13/02/2013 12:19
Performance di vendita forti per Tui Travel. Intanto per la casa madre tedesca oggi il passaggio di consegne tra Michael Frenzel e Friedrich Joussen
Si riducono le perdite operative di Tui Travel: l'operatore ha chiuso il primo trimestre dell'anno finanziario (al 31 dicembre 2012) con un miglioramento della perdita operativa, che si riduce di 16 mln di sterline e passa a 93 mln. In calo tuttavia anche le revenue, -4% a quota 2.718 mln di sterline. 'Siamo fiduciosi che la nostra strategia focalizzata sul consumatore stia guidando la performance - commenta il ceo Peter Long - e basandoci sulle transazioni attuali pensiamo di essere sulla buona strada per mettere a segno una crescita del profitto operativo tra il 7 e il 10% per l'anno finanziario 2013'.
L'inverno è forte: nei principali mercati Tui Travel ha venduto l'83% del prodotto a margini e tariffe in media più alti. E anche i margini per la prossima estate si prospettano più alti. Soffre la Francia, con prenotazioni sotto del 29% a causa però di tagli alla capacità del 33%, mentre in Uk e area nordica i booking sono o in linea o in crescita del 4%. I prezzi crescono tra il +4% del Regno Unito e il +8% della Germania. Per l'estate, sulla quale Tui Travel fa sapere di avere già venduto un terzo dell’offerta generalista, le prenotazioni sono in crescita in Uk e Paesi Nordici (rispettivamente del 9% e del 10%), più complessa la situazione in Germania, dove a fronte di un incremento delle vendite dei pacchetti soffrono le prenotazioni in generale, -1%.
E proprio in Germania oggi è una giornata importante per il gruppo: come già annunciato, Michael Frenzel lascerà oggi la guida di Tui Ag. Gli succede l’ex responsabile di Vodafone in Germania, Friedrich Joussen. Il cambio della guardia oggi nel corso del general meeting annuale del gruppo. La società tedesca nel primo trimestre mette a segno un +1,4% del fatturato, a quota 3,5 mld di euro. La “consueta” perdita stagionale migliora del 3,9% a 141,5 mld. m.t.

TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us