EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Fine 2012 a tinte fosche per le agenzie

17/01/2013 16:10
Secondo i risultati dell’Osservatorio Guida Viaggi il 71% della distribuzione ha accusato cali di vendita più o meno contenuti. Prenotazioni in linea con il 2011 per un adv su quattro\r\n
A ridosso delle passate festività si è parlato di un rilancio delle vendite, quanto meno per alcuni settori: per molti l’anno si è chiuso con il segno meno, ma ci sono dei motivi per pensare ad un inizio 2013 perlomeno migliore. Anche se, come è stato lo stesso Franco Gattinoni a lanciare l'allarme, per il mondo agenziale è sempre vivo lo spettro della liquidità.
Intanto, però, il Mar Rosso durante le feste di fine anno si stava riprendendo, è stato in tenuta il corto raggio e le crociere continuano ad essere un segmento resistente alla crisi. La nota dolente arriva dal lungo raggio, ancora carente.
Ma come sono andate davvero le cose in agenzia? Lo abbiamo chiesto tramite l’Osservatorio Guida Viaggi proprio a loro, ad un panel della distribuzione. Rispetto al 2011-12, le prenotazioni per Natale e Capodanno come sono state? Abbiamo chiesto questo, trovando un’audience che non abbandona i bilanci negativi.
La crisi sembra infatti ancora molto grave: per il 43% dei rispondenti si è accusato un calo di oltre il 15%, che unito al 28% che registra flessioni più contenute rilascia un’immagine in cui ben il 71% ha chiuso Natale e Capodanno in negativo. Un adv su quattro, invece, parla di vendite in linea (ma confrontiamo pur sempre il Natale 2012 con quello di un anno prima, già di per sé in piena crisi). Non ci resta che aggrapparci a quel 4% che, fortunatamente, ha avuto un incremento delle vendite. (m.t.)

TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us