EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Uk e Germania, ricresce la fiducia nelle agenzie di viaggi

08/01/2013 09:00
Nel suo travel trend report l'Abta guarda con positività ad all inclusive e mete consolidate. E in Germania torna l'interesse per il Nord Africa
Trapela ottimismo dalle prime previsioni per il 2013 nel turismo britannico. Lo dice l'Abta, che nel pubblicare il suo Travel Trend Report a consuntivo del 2012 e stime per l'anno appena iniziato segnala anche una ritrovata fiducia dei consumatori nei confronti delle agenzie di viaggi.
Innanzitutto, i britannici non taglieranno del tutto la propria vacanza nel 2013, piuttosto cercheranno sempre di più il 'value for money'. Per il 59% degli intervistati il basso costo è infatti essenziale (contro il 53% dell'anno scorso), naturalmente il mid-market continuerà a risentire della pressione economica, invece le previsioni sono rosee, oltre che naturalmente per il segmento luxury, per l'all inclusive e per il tailor-made. Un accento particolare viene posto dall'Abta sui giovani, perché loro viaggeranno di più, quest'anno, rispetto al passato: una media di cinque 'break' all'anno contro i quattro del 2012, per la fascia di età tra i 15 e i 24 anni.
La crisi e la conseguente incertezza economica, inoltre, beneficerà le destinazioni consolidate, perché i consumatori, le famiglie soprattutto, tenderanno a privilegiare le mete 'fidate' e testate. Tra queste, Francia, Grecia, Spagna, gli Usa e la nostra Italia.
infine, un'importante nota positiva per il trade: cresce, infatti, l'acquisto in adv su strada: l'anno scorso è stato prenotato così il 27% dei viaggi long haul, contro il 25% dell'anno prima. Ed è il 40%, contro il 30% del campione precedente, la quota di chi riconosce appieno il valore della consulenza di un agente di viaggi.
Anche in Germania le agenzie di viaggi vedono salire la propria percentuale di vendite: secondo Gfk alla fine del 2012 c'è stato un +8,2%, con forti transazioni per dicembre e marzo anche se nei mesi rimanenti fino ad aprile prossimo si avverte un rallentamento delle prenotazioni. In generale, il Nord Africa sembra essere tornato nelle preferenze dei viaggiatori, insieme al complesso del Mediterraneo, eccezion fatta per la tormentata Grecia. Le destinazioni del Mare Nostrum l'anno scorso hanno messo a segno un +2,4%, con 18,7 milioni di vacanzieri tedeschi. Primeggia sempre la Spagna, che da sola totalizza 8 milioni di arrivi, l'Italia rimane stabile al terzo posto (prima c'è la Turchia) con 2,1 milioni di arrivi, ma il dato si riferisce ai soli arrivi aerei. (m.t.)

TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte