EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Magazine - Focus - Tecnologia

Le scelte dei giovani

20/01/2020 - numero Edizione 1584

Secondo quanto emerge dalla Global Digital Traveler Research 2019 di Travelport, l’esperienza digitale offerta da compagnie aeree, hotel e agenzie di viaggi ha un'influenza significativa sulle decisioni di prenotazione dei giovani viaggiatori italiani.
Oltre due terzi (70%) dei viaggiatori della generazione millennial in Italia ora attivamente valutano se una compagnia aerea offre una buona esperienza digitale quando prenotano un volo, mentre più della metà (54%) lo considera quando sceglie un alloggio. La metà (50%) è anche frustrata quando le informazioni sulla prenotazione non sono disponibili 24 ore su 24 su dispositivi mobili, come smartphone e smartwatch. Lo stesso vale solo per due baby boomer su cinque (39%).
E per Booking.com le previsioni per il 2020 indicano che sarà più che mai un anno di viaggi all’insegna della scoperta, supportati dalla tecnologia e alimentati da un crescente senso di responsabilità e vicinanza ai luoghi visitati e alle persone che li abitano: “Affideremo con ancora più risolutezza alla tecnologia aspetti chiave del processo decisionale dei nostri viaggi – spiega l’azienda -. Scegliere quali parti del nostro pianeta esplorare o quali escursioni fare a volte può lasciarci disorientati, ma l’anno prossimo potremo contare su soluzioni tecnologiche creative che allevieranno questo compito”.
Oltre 6 persone su 10 (59%) contano sull’effetto sorpresa che le tecnologie possono creare quando si tratta di trovare una meta di viaggio veramente inaspettata per il nuovo anno, spiega ancora Booking. Inoltre, circa la metà (46%) dei viaggiatori a livello globale userà un’app per prenotare facilmente attività in tempo reale durante un viaggio, mentre il 44% ne userà una per pianificare le attività da fare una volta giunti a destinazione, così da avere sempre tutte le informazioni necessarie a portata di mano.       

I touchpoint degli acquisti travel
 
Gli acquisti via desktop restano ancora la via maestra agli acquisti online, con il 77% di quota, ma con melafonini & Co. a ritagliarsi sempre più decisamente uno spazio in primo piano. Quanto ai prodotti digitali più venduti, i trasporti si confermano la categoria principale (62%), seguiti da alloggi (30%) e pacchetti e tour (8%). Lo spiega un’analisi dell’Osservatorio del Politecnico di Milano. Relativamente a strumenti e canali di vendita, il canale diretto rappresenta ancora il 68% delle prenotazioni, principalmente per il peso dei trasporti; continua a crescere in misura maggiore il transato derivante dai canali indiretti (+10%) sul totale del mercato digitale ma la quota di mercato delle Ota e dei vari siti aggregatori rimane stabile al 32%.
Per quanto riguarda il settore agenziale, nel 2019, un turista su quattro (23%) si è recato in agenzia di viaggio per effettuare la prenotazione.
Tra le motivazioni prevalenti registrate dall’Osservatorio troviamo "la sicurezza di trovare tutte le informazioni corrette (32%), la gestione di tutto il pacchetto viaggio, assicurazione inclusa (29%), l’esperienza dell’agente o del consulente (26%) e l’assistenza in fase di pianificazione (25%)".           

       



Laura Dominici

TAGS

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us