EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Magazine - Speciale - Laghi e montagne

Gardaland Holidays: “Israele e Polonia tra i nuovi mercati”

15/05/2017 - numero Edizione 1526

Trend positivo per il Lago di Garda, la tendenza all’incremento dei flussi già riscontrata nel 2016 sembra confermarsi “anche per la stagione appena iniziata che ha già dato i primi segnali - dichiara Carlo Fossili, head of sales Gardaland Holidays, t.o. di Gardaland Resort -, sia dal mercato italiano sia da quello estero. Da sempre il Lago di Garda è considerato una delle principali destinazioni del turista proveniente dall’Europa centro-settentrionale”. Austria, Germania, Belgio, Olanda e Svizzera i mercati di riferimento per l’incoming del Garda; “negli ultimi anni, però, è stato riscontrato un aumento considerevole degli arrivi da Israele e dalla Polonia. Il mercato israeliano, in particolare, sembra essere molto attratto dal nostro territorio”. Il Lago di Garda, nel 2016, sulla sponda veronese, ha registrato 2,7 milioni di arrivi e quasi 13 milioni di presenze. La crescita, rispetto al 2014, è stata rispettivamente del 14% e del 12%. “I risultati sono stati raggiunti grazie a diversi fattori, dal microclima del territorio alla varietà di attività che si possono realizzare dal punto di vista culturale, sportivo, divertimento e benessere”, dichiara Fossili. Dal canto suo Gardaland Holidays ha inaugurato un nuovo capitolo all’interno della sua attività, aprendo nuove sinergie con il territorio e considerando il Lago di Garda come uno scenario ricco di offerte per il turista. Una delle collaborazioni che sta riscuotendo maggiori riscontri è quella con le Terme di Sirmione che, grazie al pacchetto Benessere e Divertimento, permette di trascorrere due giorni tra Gardaland Park ed il centro termale di Aquaria. Nei prossimi anni è previsto un considerevole aumento di collaborazioni con le realtà che circondano Gardaland Resort, prima fra tutti con il Vittoriale degli Italiani. Gardaland Resort si riconferma “come una destinazione turistica. Il mix di turisti esteri che visitano ogni anno il parco e l’Acquario, cosi come quelli che soggiornano al Gardaland Hotel ed al Gardaland Adventure Hotel, riconferma le tendenze che caratterizzano il Lago di Garda, parliamo quindi del 25% di ospiti stranieri, percentuale che pare sia destinata ad aumentare nei prossimi anni”.                              



Stefania Vicini

TAGS

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte