EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Magazine - Focus - Tendenze di settore

Prenotazioni, il grande ritorno dell’Italia

17/04/2017 - numero Edizione 1524

GfK presenta i primi trend per l’alta stagione 2017: bene anche crociere e Sud Mediterraneo

Un’altra stagione col segno più, sia per l’Italia che per le crociere, con il ritorno del bacino Sud del Mediterraneo.
E’ quanto emerge da “Vacanzieri 2017”, il rapporto del panel GfK presentato nei  giorni scorsi.
“L’andamento delle prenotazioni – ha spiegato Daniela Mastropasqua, industry lead travel e hospitality GfK – è in netta crescita rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, con un incremento del 7% per quanto riguarda la destinazione Italia: se il trend verrà confermato nei prossimi mesi e non si tratterà solo di un più marcato early booking, regioni come la Sicilia, la Puglia, la Calabria e la Sardegna avranno tassi di crescita importantissimi, specie nel mese di agosto, che si conferma periodo d’elezione per le vacanze”, ha aggiunto la responsabile.
Cala il prezzo medio dell’alta stagione
Le ragioni di questo trend vanno ricercate, secondo Mastropasqua, “in un deciso ritorno al corto raggio e in un calo del prezzo medio per l’alta stagione, che si attesta al -4%, dato che aumenterà di un paio di punti percentuali anche su luglio e agosto. Bene anche le crociere”.
A spiegare i motivi del ritorno all’Italia - che si sposano con un +89% delle prenotazioni sul bacino Sud del mare nostrum, che però va valutato alla luce del crollo dello scorso anno - anche l’intervento di Silvia Pizzetti, account director GfK: “Il mood degli italiani è stabile, con la paura del terrorismo che complessivamente perde quota, ma le mete domestiche sono comunque percepite come più sicure rispetto all’estero: ad oggi Paesi come la Turchia, la Tunisia, l’Egitto, la Francia e gli Emirati Arabi sono ritenuti i più insicuri”. “Altro elemento positivo – ha continuato Pizzetti – è che per gli italiani quello relativo al viaggio resta il primo desiderio di spesa”.

L’impatto
delle tecnologie

“Vacanzieri 2017” si è inoltre concentrata sull’impatto dello sviluppo tecnologico sul turismo e sull’influenza che avrà a breve termine sui comportamenti dei consumatori: “Elementi come la virtual reality e l’augmented reality saranno molto importanti nella fase di travel planning – ha spiegato Fabrizio Marazzi, group account manager technology GfK – mentre tecnologie all’avanguardia come la smart home, i connected vehicles, la tecnologia wearable e il mobile payment costituiscono per gli operatori grandi opportunità per offrire ai clienti quei servizi che questi ultimi si aspettano con sempre maggior frequenza di trovare quando sono in vacanza come a casa”.                                 



Gianluca Miserendino

TAGS

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Consulta gli ultimi annunci inseriti